Viaggiare sulle autostrade europee diventa più facile: Italia, Spagna, Francia e Portogallo i primi Paesi ad adottare il Telepass Europeo

Un accordo tra le società autostradali di Italia, Spagna, Francia e Portogallo consente agli automobilisti italiani di poter pagare i pedaggi con un unico dispositivo in tutti questi paesi.

Chi possiede un Telepass in Italia è ormai abituato ad evitare le code, a volte lunghe ed inesorabili, davanti ai caselli autostradali. Questa comoda abitudine rende però ancor più pesante l’attesa quando si viaggia all’estero, e si è spesso costretti a pagare a mano o con le casse automatiche. Ora è possibile evitare anche queste code, grazie al Telepass Europeo.

La società delegate ai pagamenti dei pedaggi autostradali di Italia, Spagna, Francia e Portogallo hanno infatti stipulato un accordo, offrendo ai viaggiatori un unico dispositivo con cui pagare i pedaggi in questi paesi. Questo dispositivo è offerto a chi possiede un Telepass tradizionale, e si può ritirare al costo di €6 ed attivare solamente nei periodi in cui si viaggerà all’estero, riconoscendo un canone di €2,40 mensili.

La modalità di utilizzo è la stessa di quella presente in Italia, applicabile ora anche in città come Parigi, Madrid o Barcellona. L’importo dei pedaggi pagati saranno quindi fatturai insieme ai pedaggi italiani e con le stesse modalità. Si tratta decisamente di una buona notizia per chi per lavoro o per piacere è abituato a spostarsi in auto tra Italia, Francia, Spagna e Portogallo. Iniziative di questo tipo evidenziano la volontà di unire sempre più l’Europa, anche dal punto di vista degli spostamenti tra stati.